Ma che bei funghi! Saranno anche buoni?

I funghi sono l’alimento che per eccellenza rappresenta l’autunno. Basta raccoglierne qualcuno (con competenza) per organizzare un pasto prelibato, ecologico e nutritivo. Quest’oggi il bosco mi ha regalato dei porcini di castagno.

Dopo averli trovati, riconosciuti e raccolti con molta attenzione, i funghi vanno puliti per bene dal terriccio e riposti in un cesto. È consigliabile non consumarli con esagerazione; non a caso, infatti, molti raccoglitori e consumatori di funghi stagionali accusano un appesantimento epatico proprio alla fine della stagione di raccolta.

In generale, i funghi vanno mangiati prevalentemente cotti, e mai in grande quantità poiché anche in quelli commestibili sono presenti sostanze che determinano una certa tossicità. Tali sostanze termolabili, in parte sono distrutte con la cottura.

È un alimento di difficile digestione per i più piccoli. I bambini non hanno enzimi digestivi adeguati alla demolizione di certe membrane del fungo, ma la situazione cambia e vengono tollerati meglio già dai 13-14 anni in poi. Inoltre i bambini sono più esposti ai fenomeni di tossicità; questo perché la tolleranza dipende anche dal peso corporeo.

In definitiva la tolleranza alla lieve tossicità dei funghi eduli oltre che dal corredo enzimatico personale dipende anche dal peso corporeo, dalla porzione di funghi consumati, dalla cottura e dalla frequenza nel consumo.

Meglio non mangiarne troppi se si è un soggetto allergico o con problemi renali (litiasi, insufficienze), se si hanno sofferenze epatiche e biliari, nei casi di reflussi gastro-esofagei, durante l’allattamento e nelle candidosi.

Al di là delle indicazioni legate alla mia esperienza e alla mia professionalità, non posso non ricordare le pappardelle ai funghi, un piatto delizioso e unico della dieta mediterranea. Dopo aver pulito i funghi, basta qualche passaggio in padella con olio di uliveto e aglio in camicia per condire le pappardelle lessate, insaporite infine con una grattugiata di fungo fresco per rinforzarne l’aroma.

I funghi sono ricchi di selenio, sali minerali e vitamine. Contengono anche proteine, carboidrati e scarsi lipidi.

Ingredienti:

  • funghi freschi
  • pappardelle all’uovo [GRANO, UOVO],
  • olio di uliveto
  • aglio

In evidenza gli allergeni secondo regolamento reg. 1169/2011:

Valori Nutrizionali per 100 g:

  • Energia (660.7 kj / 156.2 kcal)
  • Grassi 4.9 g
  • Acidi Grassi Saturi 0.8 g
  • Polinsaturi 0.7 g
  • Carboidrati 23.0 g
  • Fibre 2.5 g
  • Proteine 6.4 g
  • Sale 0.1 g

Analisi nutrizionale offerta da Letichetta srl.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *