Riccia di Acciughe alla Geraci

I piatti che preferisco sono semplici, dalle poche elaborazioni, veloci e preferibilmente a piatto unico come da tradizione mediterranea.

Pertanto, prima di consigliare una ricetta e di inserirla nel Piano Alimentare, la provo e la riprovo, controllo le dosi dei singoli elementi, “l’aggiusto”, la rendo veloce da preparare minimizzando al massimo i passaggi preparatori (cosa molto apprezzata da chi sceglie di seguire un percorso alimentare di salute e benessere).

Gli orti dell’inizio di primavera hanno dato il via alla mia vena poetica in quanto sono letteralmente innamorato della “Indivia”: è proprio di questo periodo la Scarola, la varietà cosiddetta “riccia”, che raccolta in piena maturazione riesce a sprigionare i suoi veri contenuti nutritivi. Purtroppo e lo dico con in sottofondo una nota dolente, spesso si raccolgono scarole premature poiché si preferiscono biancastre e molto tenere, ma in realtà è solo in piena maturazione, e cioè con le foglie esterne intensamente verdi e vigorose, che la scarola è ricca di gusto e di nutrimento. Bisogna lavarla accuratamente, e dopo un bel bagnetto, sarà pronta per essere cucinata in mille modi.

La mia Riccia di Acciughe è preparata con

  • acciughe fresche,
  • scarola riccia,
  • abbondanti spezie mediterranee (aglio, semi di finocchietto selvatico appena pestato, pepe nero, foglie di alloro secco, capperi dissalati),
  • sale marino integrale,
  • olio di uliveto,
  • pangrattato.

Ricorda un piatto Kosher della cucina Romana ma condito diversamente.

Come dovete procedere?

Diliscate le acciughe fresche. Lavate, tritate e miscelate verdure e aromi; quindi stratificatele in una teglia mettendo al centro le acciughe aperte, riempite con un altro strato di verdure ed oliate. Coprite con carta forno e poi con la stagnola ed infornate a 180°C per 30 minuti, o finché non avrete sentito un buon odore. Abitualmente cerco di preparane più porzioni, anche per i giorni successivi; è un piatto che va bene sia che si consumi a pranzo o a cena; si conserva perfettamente in frigo ed è buono anche freddo.

La preparazione poi richiede pochissimi minuti. Un aspetto da non sottovalutare è quello di sapere che a casa ti aspetta una gustosa pietanza “bella-e-pronta”: un vero food comfort.

Riccia di Acciughe è consigliatissimo per tutti, di facile digeribilità, ricco di fibre e di amminoacidi essenziali, di acidi grassi omega 3, di sali minerali e vitamine; scarso di calorie, tuttavia è abbastanza riempitivo. Posso proprio dire: una vincente “accoppiata” nutritiva e salutistica (non dimenticate tutti i benefici delle spezie mediterranee).

Da consumare con parsimonia per chi soffre di iperferritinemia ed emocromatosi, di litiasi renale, di reflusso gastro esofageo, di uricemia, di ipertensione, e per tutti quei soggetti sensibili o allergici al pesce.

La dieta è un atto di amore verso se stessi, un perpetuo cambiamento e un mantenimento armonizzato.

Parola del vostro nutrizionista di fiducia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *