Spaghetti “all’agrigentina” del Nutrizionista Geraci

Come esperto di alimentazione e nutrizionista da oltre vent’anni, amo dare l’esempio non solo ai miei pazienti ma anche ai membri della mia famiglia ed è per questo che nella mia dieta scelgo il pesce, tre volte alla settimana. Naturalmente è una preferenza calibrata sulle esigenze nutrizionali miei e dei miei cari.

Quando vado in pescheria sono aperto alle varie offerte di pesce fresco; non ho a priori un’idea in mente perché è bene rispettare, anche qui, la stagionalità dell’alimento ed essere aperto a scegliere il pesce di giornata, di stagione, le specie locali, zona Fao 37.

La scorsa settimana, ad esempio, ho scelto due tentacoli di un grosso polpo con i quali non solo ho preparato il pranzo ma ho cucinato una deliziosa pasta “all’agrigentina” usando l’acqua di cottura di mezzogiorno. Vi indico brevemente la ricetta che ho chiamato così onorando il luogo in cui ho scoperto come “usare” l’acqua di cottura dei molluschi: dopo aver lessato il polpo, ho riportato a bollore la stessa acqua di cottura del polpo, leggermente salata ed ho cotto la pasta, in modo che la pasta potesse assorbirne gli umori e parte dei nutrienti sciolti nell’acqua, scolate e condite con gli aromi.

Ingredienti necessari:

  • spaghetti,
  • molluschi freschi (polpi, totani, calamari),
  • olio di uliveto,
  • prezzemolo tritato,
  • aglio tritato (senza l’anima).

I molluschi, specie a cui appartiene il polpo, hanno un apporto energetico ridotto con una buona scorta di sali minerali, e cosa apprezzabile, non hanno scarti: sono cioè edibili al 100 %.

Li consiglio soprattutto nei soggetti con carenze di sali minerali, nelle patologie legate alla tiroide, negli sportivi, nei giovani, negli anziani (in questo caso meglio tritarli per la difficile masticabilità) e nei cambi stagionali.

Da consumare con parsimonia per chi soffre di dislipidemie (grassi ematici alterati), di appesantimenti epatici, di aterosclerosi, ecc. Ricordate che un’alimentazione varia e rotativa con cambi continui che seguano la stagionalità è alla base di ogni buon percorso alimentare.

Enjoy your meal!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *